Monossido di Azoto - Microcircolazione - Ganoderma Benessere

Vai ai contenuti

Menu principale:

Monossido di Azoto - Microcircolazione

Ganoderma Lucidum

Nel 1998 tre ricercatori: Robert F. Furchgott, Louis J. Ignarro, Ferid Murad ricevettero il Premio Nobel per la Medicina.
Avevano scoperto la correlazione tra monossido di azoto e microcircolazione del sangue nell'essere umano.

Ma la microcircolazione è così importante?
La microcircolazione è conosciuta anche come «secondo cuore» del corpo umano per trasportare  sostanze quali: sangue, nutrimento ecc, ai tessuti delle cellule.
Ogni organo o parte del corpo umano necessita di un normale e salutare sistema di microcircolazione per evitare possibili malattie/lesioni agli organi corrispondenti.

Importanza del Monossido di Azoto

La sintesi di monossido di azoto viene stimolata da diversi fattori come il cosiddetto  "shear stress« (misura la forza esercitata dallo scorrimento del sangue sulle pareti  dei vasi). Quando la pressione arteriosa aumenta eccessivamente, l'organismo si  difende sintetizzando il monossido di azoto che, dilatando le pareti dei vasi,  contribuisce all'abbassamento della pressione.
Al contrario l'inibizione della sintesi di monossido di azoto determina un aumento  delle resistenze periferiche ed un conseguente innalzamento della pressione  arteriosa.

Per quanto detto finora, il monossido di azoto ha potenzialità terapeutiche degne di  nota: riduzione della pressione arteriosa, potenziamento delle difese immunitarie,  prevenzione di angina, ictus ed infarto, cura della disfunzione erettile.


Il monossido di azoto prodotto in eccesso ha effetti negativi :
(produzione di radicali liberi anione superossido e perossinitrito)

Il GANODERMA LUCIDUM inibisce la formazione di anione superossido


N.B.: Deve essere chiaro che in conformità alle leggi nazionali vigenti le informazioni qui riportate  non intendono in nessun modo sostituirsi ai medici specialisti che pertanto le indicazioni riportate non hanno finalità o valore di prescrizione medica, ma vanno intese come un contributo a carattere informativo.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu